28 febbraio 2012

Liberate Rossella, liberateli tutti!


Rossella Urru
Oggi gran parte della blogosfera si ferma per un appello: quello della liberazione di Rossella Urru, Maria Sandra Mariani, Giovanni Lo Porto, Franco Molinara, Valerio Longo, Letterio La Maestra, Agostino Musumeci, Valentino Longo, Daniele Grasso e Carmelo Sortino.

26 febbraio 2012

Di coincidenze dell'web che mi perplimono

Succede che a luglio dello scorso anno mi faccio coraggio e nasce Voglio credere nei miei sogni.

Succede poi a gennaio che finalmente, dopo un mesetto di riflessioni, dò il via al progetto Splendidi Ventenni.

Per chi non lo sapesse si tratta di un progetto basato su interviste che hanno due ramificazioni: una in cui intervisto giovani che abbiano da 20 a 30 anni, cercando di porre in luce quello che loro avvertono su questo momento della vita, sia aspetti positivi che negativi, il modo in cui vedono la propria generazione e cosa sognano per il futuro; l'altra in cui intervisto "over" ventenni (sempre splendidi!) cercando di capire come hanno vissuto questo momento della vita, come lo ricordano, come vedono la generazione odierna, ecc.

L'idea era di offrire spunti di riflessione e di confronto, un luogo dove scambiare esperienze di vita che potessero essere d'esempio, d'ispirazione ad altri. Per crescere, per affrontare con più armi questo momento di vita così delicato, ricco, fervido, in cui si lasciano molte sicurezze (amicizie, scuola, magari un amore storico, la propria casa) per l'incerto: un lavoro o la ricerca di esso, nuovi ambienti, viaggi importanti, la ricerca di sé.

Poi un giorno di inizio febbraio, leggo un articolo sempre di tema "generazionale" sul sito web del Corriere, mi piace e decido di congratularmi con l'autrice dello stesso: le invio una mail, raccontandole anche del mio progetto, per filo e per segno con tanto di link. La risposta arriva in giornata, dice più o meno che anche lei si sta occupando di ventenni e che mi augura ogni bene per il mio progetto.

La cosa finisce lì. Era il 12 febbraio 2012.

Ieri, a distanza di 13 giorni, sul Corriere.it esce questo articolo: Generazione.Zero - ventenni d'Italia 
"Per questo, proveremo a raccontare i vostri sogni e le vostre paure, le storie di successo e i fallimenti, le aspettative e le disillusioni. Perché nessuno, dopo avervi ascoltato, possa trovarsi come i pesci di cui parlava lo scrittore americano David Foster Wallace."
In esso si annunciano inoltre tutte le attività correlate: l'apertura di una pagina facebook, piogge di link su twitter e un blog dedicato sul sito del Corriere. Indovinate chi firma il progetto? La giornalista a cui avevo scritto, insieme ad altri 6 giornalisti.

Che dire, io mi sento scottata. Ma lascio a voi i commenti (e, volendo, i suggerimenti).

25 febbraio 2012

Il nostro primo vero Carnevale

Questo è stato il primo Carnevale, di una lunga serie spero.
Il primo ad essere festeggiato, in maschera, anche se semplice ed artigianale. 
A Michelle ho disegnato una farfallina sul viso e in cinque minuti le ho ritagliato delle ali da un paio di fogli di cartoncino, dipinte insieme con i colori a mano.
Gliel'ho attaccata alla giacchina jeans con una mia spilla.
A Thomas ho disegnato il musetto da gattino. 
Io mi sono infilata una vecchia camicia vintage scovata a Milano, blu royal con delle bordature dorate, che per stile e taglio facevano molto Jimi Hendrix dei tempi d'oro.
Il papà invece era impreparato, ma per l'anno prossimo ci organizzeremo sicuramente meglio.

Vi lascio la carrellata di foto!

23 febbraio 2012

Splendidi Ventenni: intervista a Daniele Mazzoleni


Vi presento Daniele Mazzoleni. La sua intervista parla da sola.

Vi segnalo un sito che gli ha cambiato la vita e a quanto pare l'ha cambiata a molti altri; è una sua precisa richiesta!

Scrivi qualche riga su chi sei, quanti anni hai, cosa fai e dove vivi.

Mi chiamo Daniele e ho 29 anni (tendo verso i 30..... ma di questo preferisco non parlare) fino ai 27 ho fatto la vita standard di un ragazzo Svizzero (la stessa di uno italiano, forse con qualche soldo in tasca in più.... che comunque mi sono sempre guadagnato avendo iniziato a lavorare a 15 anni) 8 ore al giorno in ufficio, la sera film con la ragazza, venerdì aperitivo con gli amici, weekend cazzeggio, inverno sciare, estate nuotare, ecc... mi mancava qualcosa? NIENTE! ero infelice? SONO UNA DELLE PERSONE PIÙ FELICI CHE CONOSCO!
Allora da dove è nata l'idea di lasciare tutto per vivere a Londra? CI PENSO.... COME HO GIÀ FATTO DIVERSE VOLTE DA QUANDO SONO QUI.... NON SAPREI... TANTE RISPOSTE POSSIBILI.... FORSE VOLEVO SOLO ANDARE IN UN POSTO IN CUI NON SAPEVO DOVE FINISSERO LE STRADE....

Ed eccomi qua... (ci ho messo un'po' a crearmi dei "risparmi"... prima me l'ero sempre goduta...) mi chiamo Daniele, ho 29 anni e vivo a Londra da 2 mesi, ho lasciato tutto.... casa, macchina, lavoro, amici, famiglia ho vissuto in un ostello in una camera con 20 persone e gli ubriachi che ti pisciano sulla valiga convinti di essere in cesso, ho fatto il cameriere e il barista (anche se non sapevo come si faceva...), ho avuto fame e ho rubato gli avanzi dei clienti (so che é triste.... ma avreste fatto lo stesso...), mi sono fatto trattare di merda da chiunque per 6 sterline l'ora e mi sono fatto grassisime risate con gente che non conoscevo e che non vedrò mai più....

Domani é il mio primo giorno di lavoro.... impiegato in un ufficio.... allora mi ritrovo a pensare che non sia cambiato nulla... (ok... tutto succede in un altra lingua, per una stanza pago come il mio vecchio bi-locale e sono da solo in una megalopoli) ma a parte lo sfondo il primo primo piano resta uguale.... ma almeno non so dove finiscono le strade.... quindi per quanto riguarda la domanda chi sono vi chiederei di ripassare più avanti.... ora non saprei.

22 febbraio 2012

Un nuovo giveaway per voi! - creme Contea 1042


Sono contentissima di aprire le danze oggi di un nuovo, bellissimo giveaway!

Ne sono proprio tanto entusiasta, perché in palio per voi, grazie a Contea 1042 c'è una crema a scelta tra queste tre che vedete nell'immagine:



Si tratta della Linea viso a base di Olio extra vergine d’Oliva Pugliese e Aloe Vera Biologici che è così composta:

21 febbraio 2012

that's contemporary - Splendidi Ventenni

Oggi sono onoratissima di dare voce ad una strepitosa realtà che sta prendendo piede a Milano: 

Ecco l'incipit del loro "What&why":
that’s contemporary è un collettore di luoghi di arte contemporanea a Milano che riunisce gallerie e spazi non profit. Nasce con l’obiettivo di proporre una politica di network tra i vari attori del contemporaneo nella città. Una piattaforma che non si porrà solo come osservatore e canale di informazioni, ma soprattutto come mediatore dinamico per lo sviluppo e la diffusione dell’arte contemporanea.

20 febbraio 2012

Il lato oscuro del vero distacco dall'utero materno


Quando avviene il vero distacco dall’utero materno, il vero taglio del cordone ombelicale?

Al momento del parto? 

Alla maggiore età?

Quando si raggiunge e si conquista l’indipendenza economica?

Quando si forma un nuovo nucleo familiare e si diventa mariti e mogli e genitori a nostra volta?
                                         

Il vincitore del giveaway in collaborazione con Brebì è....

19 febbraio 2012

Brasile, paese in via di sviluppo.

Se qualcuno di voi ha qualcosa a che fare col Brasile, sentirà la fatidica affermazione più volte al giorno: 
Il Brasile è un paese in via di sviluppo
Ora, premesso che è da molto tempo che non sono in patria (mi sono trasferita in Italia nel 97), che non seguo attentamente la politica né gli sviluppi della tecnologia, della sanità ecc ecc ecc, mi sorge comunque una domanda:
come si fa ad essere così ottimisti se il Brasile è anche tutto questo che vi allego qui sotto? 

La mia vena polemica nasce da certi discorsi che sento qui in Italia, dove molti credono che il Brasile sia il nuovo El Dorado. No sai, visto che qui non trovo lavoro, quasi quasi me ne vado in Brasile.

Fotografie a teatro

C'era una volta il cinema muto - Associazione Culturale Progetto Zattera

Un pomeriggio a teatro.

17 febbraio 2012

C'è un pensierino per voi... - blog candy chiuso



Ok. Ho bisogno di positività in questi giorni! Tantissima!
Sto aspettando una risposta e, come ho detto anche su facebook, io non so bene gestire l'attesa. 
Divento un'ameba. Improduttiva. Alterno momenti di vuoto totale nello stomaco a momenti in cui svuoterei tutta la dispensa.
Cosa c'entrate voi in tutte queste patturnie?
Ho pensato di risollevarmi un po' il morale facendovi un dono...
o meglio... Cinque doni!

Ebbene sì! Parte il BLOG CANDY, 
ovvero un regalino da parte mia per voi.

16 febbraio 2012

Physiomer: Evviva si torna a respirare!

Alzi la mano chi non ha mai dovuto fare un lavaggino nasale al proprio bambino!

Pochi, o, più probabilmente, nessuno, vero? 

Volenti o nolenti è l'unica arma che abbiamo noi genitori per proteggere i bambini dal muco. I bambini piccoli infatti non sono in grado di soffiarsi il naso e quindi dobbiamo interferire noi. Dobbiamo? Sì, perché il bambino col nasino chiuso o colante fa fatica a dormire sereno, fa fatica a poppare ed è facilmente irritato. 

Inoltre, il muco ristagnante può creare un ambiente perfetto per l'insorgere di otiti e infezioni varie alle vie respiratorie. Per cui è davvero necessario tenerli il più possibile liberi.

Ho scoperto da poco, nonostante i miei quasi tre anni di esperienza, che c'è una grande differenza tra le varie soluzioni saline che si possono utilizzare (in effetti mi ero sempre chiesta perché così tanto divario di prezzo tra una e l'altra!). Esse possono infatti essere realizzate mediante processi produttivi differenti e con una diversa ricchezza formulativa, influenzando l’efficacia finale del prodotto.

 

In pratica esistono tre tipi di soluzioni saline:

• SOLUZIONI FISIOLOGICHE: sono le più comuni, quelle che troviamo in grossi flaconi di vetro. Oltre all'ingombro sono difficili da conservare perché vanno tenuti in frigo pena la perdita della sterilità;

 • SOLUZIONI A BASE DI ACQUA DI MARE DILUITA: il punto debole di questa tipologia è contenuto nella descrizione stessa: l'acqua di mare è diluita, il che compromette il livello di concentrazione delle sostanze contenute nell'acqua di mare che hanno proprietà lenitive;

• SOLUZIONI A BASE DI ACQUA DI MARE NON DILUITA: è il caso di PHYSIOMER. In pratica, grazie ad una formula brevettata, questo prodotto è composto al 100% da acqua di mare che viene desalinizzata, sterilizzata, ma non diluita, mantenendo così tutte le sue proprietà.

Se avete anche voi provato prima le normali soluzioni fisiologiche avrete notato che dopo un po' le mucose tendono a diventare secche. Succedeva per esempio a Thomas che gli facessimo più di un lavaggio a notte e in mattinata respirasse comunque in modo non ottimale. Ora che ho scoperto Physiomer la solfa è davvero cambiata. E come sempre, ho capito il motivo della differenza di prezzo dei prodotti.

Oltre a questa fantastica caratteristica quello che ho trovato davvero comodo nello Spray Nebulizzato è il Beccuccio con rivestimento morbido. E’ successo infatti in passato che le delicate mucose nasali si irritassero e qualche capillare si rompesse a causa dei lavaggi.

Inoltre, essendo già pronto all'uso e non dovendo essere conservato in frigo è la soluzione ideale per i viaggi o qualunque spostamento.

E non è adatto solo per i piccolissimi: Michelle, verso i 2 anni, ha imparato a soffiarsi il naso, ma quando attraversiamo qualche momento davvero critico di raffreddore, soffiarlo non basta. E allora noi le facciamo il lavaggio con questo spray che è pratico e veloce. Non fa neanche in tempo ad iniziare a lamentarsi che abbiamo già finito!

 


Articolo sponsorizzato

Viral video by ebuzzing

15 febbraio 2012

Le mie "istruzioni per l'uso"



"Non sarebbe tutto più facile se ognuno di noi arrivasse con un libretto delle istruzioni?[...]
Così sai com’è che funziono. Mica perché sei tonto, è che siamo tutti ingranaggi." 

Splendidi Ventenni: intervista a Victoria Deviá

Oggi ho il piacere di pubblicare l'intervista di quella che credo sia la mascotte degli Splendidi Ventenni: Victoria infatti ha solo 20 anni, nonostante tutta l'esperienza di vita che già può raccontare di aver vissuto.
Victoria, come Isadora e Giovanni è brasiliana.

Potete ammirare qualche suo lavoro sul suo blog: Victoria Devia'.


Scrivi qualche riga su chi sei, quanti anni hai, cosa fai e dove vivi.

Victoria Deviá, studio design di moda non per essere stilista, lavoro alla editrice Abril a San Paolo nella rivista Lola Mag e ho gia lavorato alla Vogue Brasil e come assistente di un famoso stilista Dudu Bertholini, ho 20 anni e vivo in Brasile.

14 febbraio 2012

Splendidi Ventenni: intervista a Massimo Brugnone

Oggi sono onoratissima di ospitare qui Massimo Brugnone. Uno splendido e giovanissimo ragazzo, che già occupa ruoli di grande responsabilità. Che trasmette grande passione e competenza e intensità di vita.
L'ho conosciuto da poco ma si è già conquistato la mia stima e la mia volontà e curiosità di seguire il suo operato.

Se dopo aver letto l'intervista ne sarete rapiti anche voi, lo trovate anche nel suo blog: Massimo Brugnone.



Scrivi qualche riga su chi sei, quanti anni hai, cosa fai e dove vivi.

Massimo Brugnone, 24 anni.
Studente del corso di laurea triennale di Scienze dei servizi giuridici a cui sono passato dal corso di laurea di Giurisprudenza magistrale.
Coordinatore per la regione Lombardia del movimento antimafie “Ammazzateci Tutti” dall'8 ottobre 2007 e Responsabile organizzativo nazionale dello stesso dall'11 agosto 2009.
Vivo a Busto Arsizio in provincia di Varese, anche se oramai durante il periodo delle lezioni universitarie la maggior parte della giornata passa a Milano.

12 febbraio 2012

Il consiglio della settimana - #4


Una passeggiata in fattoria


Molto spesso, al risveglio pomeridiano dei bambini, andiamo a farci un giretto nella fattoria del nostro paese. 
Lì possiamo fare merenda con un bel bicchiere di latte fresco e qualche biscotto che mi porto da casa. 
Inoltre si può respirare aria fresca e sentirsi un po' più in armonia con la natura. 



Si possono osservare gli animali, che spesso sembrano avere atteggiamenti affettuosi.


Ecco una mucca che cerca di fare una carezza a Thomas!


I porcellini riscuotono un grande successo. Thomas li cavalcherebbe. A Michelle invece piace molto osservarli ma si tiene sempre a distanza di sicurezza. 
Sembrerebbe che lei abbia una paura innata degli animali (come del resto ce l'ho io), mentre Thomas sia molto più disinvolto. Anzi, dobbiamo stare attenti che non infili le mani dentro la bocca delle caprette quando gli dà il fieno!


A noi piace davvero tanto passare del tempo in questo posto. 
Per me ha anche un valore aggiunto perché ho vissuto parte della mia infanzia in una fazenda. Non sapete cos'è? Prestissimo ve ne parlerò nella rubrica del folklore brasiliano!



11 febbraio 2012

Tra incubi, sogni e realtà

Improvvisamente inizio a sentire degli oggetti non identificati che con poca delicatezza mi spostano la testa, mi sbattono contro le costole e si impigliano tra i miei capelli.
Con grande perseveranza, complice il coma profondo della stanchezza cronica, proseguo il mio sonno che riposante non è, ma posso ancora illudermi.

Fu così che tra una gomitata e un calcio il silenzio rassicurante della notte venne interrotto da una vocina squillante  e implorante:

10 febbraio 2012

Il decalogo per degustare lo chimarrão "em roda"

Qui abbiamo visto cos'è lo chimarrão.

Oggi vediamo questo simpaticissimo decalogo del buon consumatore dello stesso.
Ho tradotto liberamente il testo tratto da internet; alcuni pezzi sono stati volutamente eliminati, perché referenti esclusivamente alla cultura Gaúcha praticamente impossibile da tradurre.


I 10 Comandamenti dello Chimarrão

08 febbraio 2012

Se vuoi una cosa, vai e inseguila. Punto.

Ultimamente mi è capitata una serie di eventi per cui in questo momento non posso non scrivere questo post. 

Ho assistito alla sofferenza di persone che vorrebbero cambiare la loro vita, ma non ne hanno il coraggio.

Ho ascoltato persone insofferenti per la loro vita (che si tratti di lavoro, forma fisica, studi o qualunque altra cosa), ma che non riescono nemmeno ad immaginarlo, un cambiamento.

Ho visto famiglie, sedicenti amici e amori bloccare sul nascere la possibilità di cambiare o anche solo pensare ad un modo per cambiare.

Splendidi Ventenni: intervista a Isadora e Giovanni

Ieri è nata la rubrica sul folklore brasiliano e oggi rimaniamo da quelle parti perché ad essere intervistati sono due fratelli gemelli "paulisti" (cioè di San Paolo): Isadora e Giovanni. 
Con loro ho frequentato i primi quattro anni di elementare, alla scuola italiana. Sono quelle amicizie che si ricordano sempre con una certa tenerezza, quelle che ti lasciano un piacevole ricordo, un po' sbiadito, di tempi lontani, ovattati. Di quelli che se ci ritrovassimo un giorno per caso in centro a Hong Kong mi riporterebbero istantaneamente in una bolla casalinga.
Buona lettura!

Isadora Callegaro

Giovanni Callegaro

Scrivi qualche riga su chi sei, quanti anni hai, cosa fai e dove vivi.

G.: MI CHIAMO GIOVANNI CALLEGARO, HO 26 ANNI, SONO ARCHITETTO E VIVO A SAN PAOLO IN BRASILE.
I.: Ho 26 anni, sono una fashion designer, al momento lavoro come interprente in vari eventi, abito a San Paolo.
Quali sono secondo te le principali difficoltà che si riscontrano nel decennio 20-30 anni?


G.: SECONDO ME LA PRINCIPALE DIFFICOLTÁ IN QUESTO DECENNIO CHE VIVO OGGI É NON SAPERE COSA FARE E COME SI SVOLGERÁ LA VITA. QUANDO PARLO SU NON SAPERE COSA FARE IO VOGLIO DIRE CHE SIAMO IN UN PERIODO DI VITA IN CUI SIAMO LAUREATI DA POCO, GUADAGNIAMO POCO E DOBBIAMO FARE SCELTE CHE POSSONO GUIDARE LA NOSTRA VITA IN UNA DIREZIONE CHE NON É LA MIGLIORE. IO ABITO ANCORA CON I MIEI GENITORI E NON SONO CAPACE DI SOPRAVVIVERE SENZA IL LORO AIUTO DI SOLDI, LA MIA PRINCIPALE DIFFICOLTÁ OGGI É SAPERE SE DOVREI CABIARE LAVORO E GUADAGNARE DE PIÚ O PROVARE A LAVORARE PER ME STESSO E LITIGARE PER IL MIO PROPRIO SPAZIO.

I.: As principais dificuldades que nós jovens encontramos neste periodo são uma boa carreira, a certeza de ter escolhido uma boa profissão, por que neste periodo da vida geralmente já terminamos a faculdade e entramos no mercado de trabalho, daí sim vamos ver se deu certo...estabilidade financeira, as meninas já pensam em casamento, filhos, familia...

07 febbraio 2012

Uno speciale infuso sudamericano: lo chimarrão.

Col freddo e il gelo... cosa c'è di meglio di un bel tè fumante?!

Sì, sì, ok, c'è la cioccolata calda con la panna... ma mica la possiamo bere tutti i giorni!

E allora vediamo insieme una chicca sudamericana che ha molteplici effetti benefici e la cui consumazione nei paesi d'origine è un vero e proprio rito.

Oggi si parla dello chimarrão*


la mia cuia brasiliana


06 febbraio 2012

Splendidi Ventenni: intervista a Silvia Ancordi - una "over"

Oggi vi presento un'amica virtuale. Io e Silvia alias Mathilda Stillday ci siamo conosciute molto tempo fa, sinceramente non mi ricordo esattamente come. So solo che ogniqualvolta ne ho avuto bisogno era disponibile ad aiutarmi e a rispondermi prontamente. E questa cosa mi ha dato molto conforto, sopratutto quando il blog aveva pochi mesi e mi sentivo smarrita come un pesciolino piombato in un oceano con forti correnti  e pesci grossissimi che manco potevano vedere che esistevo. Trovare qualcuno che mi vedesse e non solo, cercasse anche un dialogo, un confronto, mi ha aiutata sia ad avere fiducia in quello che facevo sia a credere ancora di più nella potenza del web e in particolare, della blogosfera.

Il blog di Silvia è un vero e proprio contenitore di articoli interessanti e utili: si spazia dai spassosissimi post "Barbapapà", alle "Intervista Donna" (sempre molto mirate e accurate), alla LOA (legge dell'attrazione), alla rubrica delle "mamme nel mondo" e tanto (tanto) altro. 




Scrivi qualche riga su chi sei, quanti anni hai, cosa fai e dove vivi.

Sono Silvia Ancordi, 18enne bis ma sono in ogni caso fuori categoria. Una laurea in Sc. dell’educazione, ora mamma, blogger e (aspirante) scrittrice di paranormal romance, ex pedagogista, formatrice  e consulente di terapie complementari. Originaria delle valli bergamasche trasferita a Fiumicino.  

Il consiglio della settimana - #3

foto del mio trito di cipolla
Il consiglio della settimana oggi va ad inserirsi tra quelli che ci aiutano nella vita di tutti i giorni.

05 febbraio 2012

Dietro le scene dell'intervista a "Insieme"

Qualcuno di voi forse già lo sapeva, ma per chi non lo sapesse lo rendo noto: nel numero di gennaio della rivista Insieme siamo stati "Famiglia del mese". Niente di chissà che cosa eh... Uno scrive alla redazione, racconta una storia, loro mandano a casa un fotografo ed ecco che l'articolo è fatto. Solo che quando è uscito e ho visto la mia famiglia su un giornale mi sono vergognata talmente tanto che ho deciso di non farne notizia qui nel blog.
E' che sono fatta così. Non mi piace rileggere quello che scrivo, non riesco a guardarmi in foto, non mi piace sentire la mia voce registrata e ancora peggio vedermi in video. Non so perché.

04 febbraio 2012

C'era una volta una casa

C'era una volta una casa. 
Una casa dove ho vissuto tanti pomeriggi e tante sere degli anni della giovinezza adolescenziale.  
Una casa piena di vita, piena di dettagli; abitata da innumerevoli libri, film, dischi; abbellita da quadri e fotografie mai banali e sempre simbolici di qualcosa di bello, che fu ma che ancora si può trovare.
Una casa di quelle che ti senti subito a tuo agio, perché non hai paura di disordinare o sporcare.
Una casa viva.

Oggi vi porto a fare un bel viaggetto in questo microcosmo. 

03 febbraio 2012

Tag post: droga e figli

Vorrei sfruttare il potere del web per capire meglio e conoscere le esperienze altrui su questo argomento: la droga nell'educazione dei propri figli. 
Sperando che ne possa venire fuori un dibattito interessante, costruttivo, educato e civile. Confido nel buon senso e nelle buone maniere e nel rispetto delle visioni delle cose differenti dalle proprie.

Splendidi Ventenni: intervista a Barbara

Oggi è con noi Barbara, una tipetta peperina.
Del suo blog ci tengo a segnalarvi un'iniziativa carinissima: una proposta di raduno tra bloggers.
Nel suo salottino troverete inoltre riflessioni sul rapporto uomo-donna, soprattutto (ma non solo) nell'ambito del lavoro, ricette, riflessioni e una rubrica tutta al femminile.




Scrivi qualche riga su chi sei, quanti anni hai, cosa fai e dove vivi.

Ciao, sono Barbara ho 26 anni, sono un ispettore di saldatura durante la settimana e nel weekend una party planner.
Vivo in provincia di Varese in una delle poche città con ancora un pò di verde intorno: Tradate.
Comunque, la mia descrizione migliore potete trovarla sul mio blog:  Wpessina :-)

02 febbraio 2012

Splendidi Ventenni: intervista a Giorgia


Oggi vi presento una coccinella. Non di quelle fastidiose che mi invadono la casa in primavera. E' una sola, di quelle che sorridi quando le incontri, le prendi tra le mani e osservi il suo allegro gironzolare tra le dita, e improvvisamente con quella forma tonda che parrebbe tutt'altro che fatta per spiccare il volo... aprono le alette e leggiadre se ne vanno. Non si sa bene dove.
Giorgia mi è sembrata così, una presenza piacevole, leggera ma significativa. 
Per me è stato un vero piacere incrociarla nel mio cammino grazie a Splendidi Ventenni.




Scrivi qualche riga su chi sei, quanti anni hai, cosa fai e dove vivi.

Mi chiamo Giorgia, ho 31 anni, sono emiliana e vivo in Portogallo. Sono laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche e ora lavoro come assistente amministrativo in un’Agenzia dell’Unione Europea. Nel tempo lasciato libero dalle passeggiate in riva all’Oceano e dalle coccole a Rucola, amo leggere e scrivere sul mio blog

01 febbraio 2012

La sindrome delle gambe senza riposo (RLS)

Le mie due gravidanze sono state molto simili per certi aspetti. Uno di quelli che le accomuna è stata, purtroppo, l'esperienza della sindrome delle gambe senza riposo (Restless Legs Syndrom). 

Tema del mese: il sonno delle famiglie

Vi racconto la nostra personale esperienza, sperando che possa essere utile a qualcuno che si senta vicino ad essa.

Parte il giveaway in collaborazione con Brebì!




Sì, avete capito bene! Il meraviglioso negozio Brebì sponsorizza questo giveaway mettendo in palio un limopack a scelta tra maschietto e femminuccia, nella taglia neonato.

Condividi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...