01 febbraio 2012

La sindrome delle gambe senza riposo (RLS)

Le mie due gravidanze sono state molto simili per certi aspetti. Uno di quelli che le accomuna è stata, purtroppo, l'esperienza della sindrome delle gambe senza riposo (Restless Legs Syndrom). 

Si tratta di un fastidio che mi colpiva nelle ore notturne: avvertivo uno stimolo irrefrenabile a muovere le gambe. Continuamente. Il che non mi permetteva di dormire e mi faceva letteralmente impazzire. Al punto che dalla disperazione uscivo in pigiama a farmi una passeggiata a piedi o a fare un giro in macchina sperando che distraendomi e muovendomi il fastidio sarebbe passato. Davvero molte mie notti sono state tormentate da questo male. 

Ho fatto diverse ricerche su internet e ne ho parlato con due ginecologi e sono venuta a conoscenza che è un disturbo abbastanza frequente nelle gravide (anche se non se ne parla molto), a qualsiasi età, verso il settimo/ottavo mese di gravidanza. Mentre se non è legato alla gravidanza ma ad altri fattori è un problema che affligge al massimo il 10% ca di donne approssimativamente tra i 35 e i 50 anni. Le cause non sono ancora chiare e nemmeno le cure.

Se ne state soffrendo quello che potete provare (prima di ricorrere all'aiuto di medicinali) per migliorare la situazione è:

  • fare movimento durante la giornata;
  • fare stretching;
  • evitare gli alcolici; 
  • evitare qualunque cosa che contenga caffeina;
  • stimolare la circolazione prima di andare a letto aiutandovi con un getto d'acqua alternando caldo e freddo;
  • come sopra, ma facendovi un bel massaggio alle gambe;
  • cercare di assumere più ferro e magnesio tramite l'alimentazione (a me sembrava che mi aiutasse molto mangiare un banana al giorno);
  • coricatevi solo nel momento in cui effettivamente dormirete perché la posizione verticale favorisce il sopravvento di questa brutta sensazione.
Io ci sono passata e so quanto è frustrante soffrirne. Soprattutto perché in pochi capiranno quello che provate e quello che state passando. Ma sappiate che è passeggero e una volta partorito o poco dopo, passa.

Vi segnalo questi due link che ho trovato molto interessanti (sono in inglese): 


1 commento:

  1. Per fortuna non ho avuto questa sindrome, ma ti sono vicina, perchè so cosa vuol dire non riuscire a riposare la notte

    RispondiElimina

Condividi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...